MEDICO CHIRURGO



MEDICO CHIRURGO

L’ufficiale medico ha il compito di tutelare e sorvegliare la salute del personale militare e civile dell’A.M. nell’ambito del territorio nazionale ed internazionale e di verificare il mantenimento dei requisiti per l’idoneità al volo del personale aeronavigante civile e militare di tutte le Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato. 

Tutti gli Ufficiali medici frequentano, inoltre, un corso su materie di interesse aeromedico presso l’Istituto di Perfezionamento ed Addestramento in Medicina Aeronautica e Spaziale.

Attualmente non è prevista alcuna Specializzazione, ma si auspica, per il futuro, che l’intero organico del personale sanitario proveniente dalle Accademie Militari possa accedere, immediatamente dopo la Laurea, alle Scuole di Specializzazione delle Università italiane, nelle specialità di interesse della Forza Armata.

AMG_0078
Sigonella-corso-OTB-sul-P-72A-5

Risale al 1947 la costituzione ufficiale del Servizio di Soccorso Aereo, denominato SAR (Search and Rescue), finalizzato al trasporto aeromedico d’urgenza e al soccorso di popolazioni colpite da calamità naturali, in collaborazione anche con la Protezione Civile.

Il Corpo sviluppò nel tempo, grazie alle esperienze belliche e non solo, capacità e procedure NATO indispensabili in materia di evacuazione sanitaria aeromedica (MEDEVAC), anche in situazioni ad alto rischio (COMBAT SAR).

A partire dal 2009, anche grazie a protocolli di sicurezza elaborati con l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Spallanzani” di Roma e l’Ospedale “Sacco” di Milano, l’Aeronautica Militare si è presa carico di formare gli equipaggi e realizzare le attrezzature necessarie al trasporto e all’isolamento totale dei pazienti, come le barelle ATI (Air Transit Isolator) e STI (Stretcher Transit Isolator).

Il Corpo Sanitario Aeronautico si è da subito impegnato con lo studio e l’implementazione di tecnologie capaci di garantire la continuità assistenziale e la gestione di pazienti altamente contagiosi.

Si pensi, a tal proposito, al grande servizio prestato dal personale di Biocontenimento nella gestione dell’emergenza COVID-19.

IMG-20200511-WA0119